Seo immobiliare: La tua Agenzia immobiliare in prima posizione su Google

seo per agenzie immobiliari

In questa guida alla seo immobiliare parlerò non soltanto dei soliti (anche se indispensabili) meta tag, ma darò anche dei consigli specifici e pratici agli agenti immobiliari, che potranno mettere subito in pratica per rendere il proprio sito più seo friendly senza essere dei web master esperti.

È d’obbligo un’introduzione:  Cos’è la Seo?

Seo è un acronimo che sta per Search Engine Optimization. Si tratta di tutto l’insieme di tecniche e strategie che ottimizzano un sito web in funzione dei motori di ricerca e degli utenti che li utilizzano, permettendo quindi ad un sito di essere trovato da più utenti, tra i risultati non a pagamento, nel momento in cui cercano informazioni su determinati contenuti o servizi (nel nostro caso immobili in affitto o in vendita). L’ottimizzazione Seo permette di far visualizzare i propri contenuti web tra i risultati dei motori di ricerca organizzati per parole chiave. Diventa quindi uno strumento di web marketing immobiliare indispensabile per raggiungere il maggior numero di utenti interessati ai nostri immobili in vendita, tali utenti saranno quindi il nostro target.

Le pratiche più comuni della Seo immobiliare pongono la loro attenzione sull’ottimizzazione di alcuni fattori importanti per attirare non solo l’attenzione degli utenti ma anche degli algoritmi dei motori di ricerca: fattori chiave sono la struttura del sito e del codice HTML, ma anche i contenuti testuali e la gestione dei link in entrata, collegamenti che da altri siti rimandano alla propria pagina, (Attenzione questo è importante: per Google i link in entrata o backlink sono dei voti positivi).

Ogni motore di ricerca mette tra le prime posizioni i risultati migliori, risultanti in base a contenuti ricchi e pertinenti (quindi il mantra Content is King è valido anche per il settore immobiliare, spiegherò meglio questo concetto più avanti e darò dei consigli su come applicarlo per avere più contatti). Ma NON di solo contenuto vive il web, (l’armonia è il segreto).

I motori di ricerca e Google in primis per posizionare il sito della tua agenzia in prima pagina valutano anche la sua importanza nodale, cioè l’importanza generata dal numero di link che portano al tuo sito internet e che lo rendono autorevole, (scusa se a volte posso sembrare ripetitivo, ma è per sottolineare concetti importanti. La link building ancora oggi è l’attività più influente per posizionare il sito della tua agenzia immobiliare nei primi risultati di un motore di ricerca).

Le strategie Seo possono essere completate anche dall’utilizzo di advertising (si parla in questo caso di Sea) cioè sponsorizzazioni attraverso il circuito di Google Adwords (per approfondimenti clicca qui) , in altre parole gli annunci a pagamento.

Per comprendere al meglio la Seo bisogna spiegare anche i significati di alcune parole:

  • La Query è una ricerca effettuata su un motore dall’utente, es: Casa in vendita a Napoli
  • Le Keywords sono le parole chiave che le web agency inseriscono nel codice HTML del tuo sito internet.
  • Gli Spider, o crawler, sono dei software utilizzati dai motori di ricerca per analizzare automaticamente la rete, scandagliando pagina dopo pagina attraverso i link, effettuando una copia testuale dei documenti che trovano per indicizzarli
  • L’indicizzazione è un processo che permette di aggiungere materiale al database dei motori di ricerca, in modo da restituirlo in ordine di classifica, pertinentemente alle chiavi (posizionamento)
  • Ranking, è il punteggio assegnato ad un sito durante la classifica dei risultati rispetto a una query. Un alto ranking porterà una più alta posizione

Entriamo nel pratico: Seo per agenzie immobiliari

Con questa guida all’ottimizzazione per un sito web per agenzie immobiliari, NON pretendo che tu da domani metta mano al codice HTML, ne tantomeno che diventi un web master (NON basterebbe un libro o un webinar). Però saprai valutare un buon lavoro, e saprai cosa chiedere al programmatore che ti realizza il sito. Per rendere tutto più semplice prenderemo come esempio l’ottimizzazione di un sito web di una ipotetica agenzia immobiliare di Napoli.

Partiamo, l’alfa è la keywords research

La prima cosa da fare quindi è la Keywords Research, per trovare quei collegamenti tra i motori di ricerca e il nostro sito. Conoscere quali parole chiave utilizzare è importante anche per la scelta del design web, che può essere impostato per rendere la navigazione più user friendly, ma anche per il contenuto di qualità che andremo a scrivere.

Le keywords  vanno impostate entrando nell’ottica degli utenti e di cosa potrebbero scrivere nel motore di ricerca. Per fare questo si possono utilizzare vari strumenti come Google keywords planner, tool gratuito. Attraverso l’analisi delle Keywords si possono controllare i volumi di ricerca stimati e la competitività delle parole stesse. La scelta corretta consiste in un giusto bilanciamento in base ad esigenze e risorse: un piccolo business ad esempio utilizzerà parole meno competitive che uno più grosso.

Il successo di una campagna Seo per una piccola agenzia immobiliare dipende dalla scelta di parole non troppo generiche, dette anche keywords di long tail. Tenendo in considerazione l’esempio di sopra per una piccola agenzia immobiliare di Napoli che ha in portafoglio pochi immobili sarebbe dispendioso e controproducente puntare su una Key generica e competitiva come “case in vendita a Napoli, (l’intent dell’utente che utilizza questa query è vasto, di solito queste sono keywords scelte da portali immobiliari, che hanno migliaia di immobili nel data base da poter coprire tutte le tipologie immobiliari e tutte le zone della città).

Il mio consiglio è di puntare su parole chiave specifiche che rispettino anche gli immobili di cui disponiamo, es: Monolocale in vendita a Napoli Vomero  Via Massimo Stanzione, attico in affitto Napoli Via Salvator Rosa, (ci tengo a precisare che queste parole chiave vengono utilizzate solo per scopo di esempio, non è stata fatta nessun indagine per sapere se fanno traffico).

Strumenti come adwords keyword planner  ci permetteranno di assicurarci che le parole chiave scelte vengano effettivamente cercate dagli utenti, basando su dati statistici a cadenza mensile, sia globale che per singolo paese. Adwords suggerisce inoltre parole chiave simili.

Ma dove inserire le parole chiave?

Fondamentale è inserire le parole chiave per le quali vogliamo posizionarci nei meta tag.

Il meta tag principale e il title, non è visibile dall’utente ma è fondamentale per google per capire il contenuto delle nostre pagine. Un buon title per la home della nostra agenzia fittizia potrebbe essere: Agenzia immobiliare Napoli. Non è raro vedere ancora oggi siti di agenzie immobiliari che hanno nel title il nome brand o peggio ancora “home page”.

Meta description: NON ha un effetto diretto su posizionamento, ma se ben fatto fa aumentare il ctr, (la percentuale di clic sulle visualizzazioni). Quindi una buona description deve essere persuasiva.

Es di meta description: Agenzia immobiliare Napoli – Comprare casa a Napoli con noi è facile e sicuro.
NON perdere …..

I puntini sospensivi sono copywriter vecchia scuola, ma è un giochetto ancora valido per attirare curiosità e clic.

Sitemap xml: Questo è un argomento molto tecnico, NON saprei come semplificare mi limito a dirti che la sitemap xml serve per indicizzare più velocemente tutte le pagine web di un nuovo sito.
E’ possibile inviare la sitemap a google tramite  Search Console.

Breadcrumps: A differenza della sitmap le Breadcrumps (briciole di pane in Italiano) servono all’utente per un agevole e veloce navigazione del sito. L’utente grazie al menù breadcrumps non rischia di perdersi sul vostro sito e saprà sempre tornare a casa, proprio come la favola di Hansel e Gretel. I motori di ricerca negli ultimi anni hanno dato sempre più importanza alla buona usabilità delle pagine web, e premiano con un buon posizionamento i siti internet con una facile navigazione.

Anche la suddivisione tramite tag heading, per delimitare il testo in paragrafi con titoli e sottotitolo, sarà utile ad utenti e robot per navigare meglio all’interno del documento.

Ulteriori strategie Seo prevedono l’aggiunta di testo alternativo (detto alt tag) alle immagini, per far capire ai motori di ricerca cosa l’immagine rappresenta, o ancora l’utilizzo di Url rewrite (url parlanti come le definisco io). L’url non dovrebbero contenere caratteri come ? o =, ma dovrebbero spiegare all’utente cosa contiene la pagina. Piccolo trucco seo, nelle url rewrite è possibile inserire la parola chiave per la quale vogliamo posizionarci.

Esempio di url rewrite: www.sitodiesempio.it/monolocale-in-vendita-Napoli-vomero-Via-Massimo-Stanzione

Esempio di url di default: www.sitodiesempio.it/ index.php?art=&

L’errore più grande che gli agenti immobiliari commettono

Molto spesso, le agenzie immobiliare commettono l’errore di utilizzare i gestionali immobiliari per pubblicare un annuncio anche sul proprio sito aziendale. Altre volte invece, si accontentano di un semplice copia e incolla della descrizione inserita nel portale immobiliare, sottovalutando così l’importanza del proprio sito personale e del content marketing (ricordi sopra “content is king”). La duplicazione dei contenuti da un sito all’altro è l’errore più grave che si possa fare sul web, considerando che gli algoritmi dei motori di ricerca sono programmati per accorgersi della cosa e tendono a penalizzare il ranking della copia.

Ne risentono anche gli utenti, che troveranno gli stessi contenuti ripetuti in più risultati di ricerca, senza soffermarsi.

I motori di ricerca che rivelano contenuti identici operano una selezione tramite il loro filtro, mostrando una sola delle pagine, che solitamente è quella con il miglior trust, valutato in base all’età della pagina, ai numeri di link in entrata e altri 200 fattori. Il portale immobiliare sarà quindi scelto tutte le volte.

Come scrivere annunci immobiliari ottimizzati per i motori di ricerca?

Facile, basta scrivere per l’utente.

 Due semplici consigli:

 I consigli che seguono potranno sembrarti banali, scontati eppure la maggior parte degli agenti immobiliari NON gli adotta.

  • La prima regola un annuncio immobiliare deve essere originale, basta con lo spam
  • Racconta la casa, l’annuncio deve emozionare. Pensa diverso e farai la differenza

 

Se pensi che in questa parte della guida sia andato fuori tema è perché NON conosci a fondo i motori di ricerca, che nel tempo si sono evoluti. Oggi non basta più ottimizzare il codice del sito e pensare che il gioco è fatto, una ricetta vincente è fatta di tanti ingredienti.

 

Il crimine che i webmaster inesperti commettono contro il sito della tua agenzia immobiliare.

L’errore 404.
In realtà guardandomi intorno i crimini commessi nella realizzazione di siti web per agenzie immobiliari da programmatori o webmaster inesperti del settore immobiliare sono tanti, ma oggi per questione di tempo ne andremo ad analizzare uno, l’errore 404.

Cos’è una pagina 404:
Il messaggio di errore HTTP 404 indica che stai provando a raggiungere una pagina web non più disponibile sul server.

Come gestire le pagine 404 per i siti delle agenzie immobiliari:
Il sito web di un’agenzia immobiliare per natura tende a fare molti errori 404 (immobile venduto e rimosso).

La soluzione migliore: 301 alla pagina di categoria ricercata.

Risultato:

Ottima esperienza per l’utente (atterrare su una pagina 404 è frustrante per l’utente).

Preserveremo il lavoro fatto in termini di ottimizzazione per i motori di ricerca.

 

Se hai delle domande sentiti libero di contattarmi  o tramite tel: 331 15 67 578,  oppure al indirizzo mail riservato navacasait@gmail.com.

 

Per un preventivo gratuito e senza impegno contattami adesso!

Uff: 0823 977 703

Email: info@navacasa.it

Skipe: navacasa.it

 

Per favore se hai trovato interessante questa guida alla seo immobiliare condividila sui social network, ti basta cliccare su uno dei bottoni sotto la mia foto. Grazie.